Candele di accensione

La candela di accensione è costituita da un elettrodo centrale metallico posizionato all’interno di un isolatore ceramico. Esternamente si trova il corpo metallico dotato di filettatura per il posizionamento nella testa motore.

Negli ultimi 50 anni la geometria e le dimensioni delle candele di accensione sono notevolmente cambiate. Strutturalmente, la candela,  oggi come in passato, è costituita da un elettrodo centrale metallico posizionato all’interno di un isolatore ceramico. Esternamente si trova il corpo metallico dotato di filettatura per il posizionamento nella testa motore ed esagono per il serraggio con l’apposita chiave;  un apposito connettore garantisce il collegamento con la bobina o con i cavi del circuito di accensione.

Scopo principale dell’intera struttura è trasferire senza dispersione l’elevata tensione elettrica generata dalla bobina fino all’elettrodo centrale così da generare una scintilla in grado di avviare il processo di combustione.

Argomenti simili

Requisiti: Per svolgere la sua funzione in modo affidabile, una candela di accensione deve soddisfare requisiti ben precisi.

Tecnologie per candele di accensione: NGK produce candele di accensione destinate a tutti gli impieghi: dalla normale circolazione stradale di veicoli alimentati a benzina o gas fino ai più moderni e prestanti motori da competizione.

Tekniwiki: Approfondite la vostra conoscenza tecnica in materia di candele sulla piattaforma Tekniwiki. Troverete contenuti dettagliati presentati in forma multimediale con animazioni 3D, video e grafici dimostrativi.

Downloads

Download: Nella nostra area di download troverete i cataloghi aggiornati dei prodotti, le brochure ed altri materiali informativi da scaricare.