Cavi candele

I cavi del sistema di accensione hanno la funzione di condurre alla candela la tensione (U) necessaria allo scoccare della scintilla, per quanto possibile in assenza di perdite. A seconda della tipologia del veicolo, questo avviene con l'utilizzo:

  • di un distributore di accensione meccanico,
  • di un modulo di accensione elettronico,
  • di bobine direttamente cablate sulla candela o tramite sistema a scintilla derivata.

La tensione necessaria per lo scoccare della scintilla è sempre molto elevata e, in alcuni casi può superare i 30.000 V. I cavi candela devono quindi essere resistenti e garantire un’ottima tenuta alle scariche di tensione sulla massa veicolo onde evitare fenomeni di mancate accensioni.

Distributore di accensione meccanico.
Distributore di accensione meccanico
Modulo di accensione elettronico
Modulo di accensione elettronico
Accensione semidiretta interamente elettronica / bobina a doppia scintilla
Accensione semidiretta interamente elettronica / bobina a doppia scintilla

Argomenti simili

Nozioni fondamentali: I cavi candele sono molto più di semplici cavi. Devono soddisfare requisiti ben precisi per svolgere la loro funzione in modo affidabile.

Consigli per il montaggio: Per il montaggio dei cavi di accensione occorre tenere conto di alcuni aspetti importanti.

Diagnosi: I cavi candele sono esposti a forti sollecitazioni, che possono causare danni o difetti di funzionamento.

Sequenza di accensione: Nella variante classica, una bobina di accensione centrale genera l'alta tensione necessaria per l'innesco della miscela di aria e carburante.

Tekniwiki: approfondite la vostra conoscenza tecnica in materia di candele sulla piattaforma Tekniwiki. Troverete contenuti dettagliati presentati in forma multimediale con animazioni 3D, video e grafici dimostrativi.