Il range ottimale di temperatura

Per lavorare in modo ottimale la temperatura di funzionamento delle candele deve essere compresa all’interno di uno specifico range compreso fra 450 °C ed 850 °C; in questo intervallo la candela lavora in condizioni di auto pulizia, gli accumuli di particolato carbonioso sulla punta dell'isolatore vengono completamente bruciati.

Se la temperatura d'esercizio resta costantemente al di sotto del valore minimo, i residui carboniosi si depositano sul naso isolatore creando un percorso preferenziale alla scintilla a più basso costo energetico.
 
Oltre la temperatura di 850 °C l'isolatore si surriscalda a tal punto che la sua superficie può diventare fonte di accensioni incontrollate, le cosiddette preaccensioni. Tali combustioni anomale e spontanee possono causare danni irreparabili al motore.

Per lavorare in modo ottimale la temperatura di funzionamento della candela deve essere all’interno di uno specifico range compreso tra un limite minimo di 450°C ed un limite massimo di 850°C.
Per lavorare in modo ottimale la temperatura di funzionamento della candela deve essere all’interno di uno specifico range compreso tra un limite minimo di 450°C ed un limite massimo di 850°C.

Argomenti simili

Tekniwiki: approfondite la vostra conoscenza tecnica in materia di candele sulla piattaforma Tekniwiki. Troverete contenuti dettagliati presentati in forma multimediale con animazioni 3D, video e grafici dimostrativi.